Ti sei mai chiesto cosa accade ad un messaggio di posta elettronica quando spedisci un’email? Ecco The story of Send, sito istituzionale made by Google che, spiegando cosa succede ad un messaggio di email quando viene spedito, riesce a creare un efficace valorizzazione del proprio marchio e ad unire in modo pertinente fonti e materiali sparsi nel web. 

Se vuoi vedere un sito istituzionale ben fatto, allora segui quest’analisi.

The Story of Send

The Story of Send

Google crea un esempio paradigmatico di campagna istituzionale.

Lo scopo di The story of send è quello di collegare al brand Google alcuni valori tematici, ovvero:

  1. Sensibilizzare i propri utenti sulle tecnologie a basso impatto ambientale adottate da Google. Google is green
  2. Sensibilizzare i propri utenti sulla sicurezza offerta dalla Google Mail, aka Gmail.
  3. Sensibilizzare i propri utenti sulla velocità ed efficacia dei servizi Google
  4. Sensibilizzare i propri utenti sulla onnipresenza mondiale di Google: per Google Gmail is email

Google ha voluto sensibilizzare gli utenti associando il proprio marchio a questi valori in modo coinvolgente attraverso un processo generativo di significazione, una fabula.

Il risultato? Un percorso generativo di significato

The Story of send: un efficace percorso generativo

The Story of send: un efficace percorso generativo

Se hai già cliccato sul link di The story of send ti sarai accorto che tramite questo percorso animato descritto con taglio documentaristico, Google riesce ad unire e a dare un significato unitario a diversi video che – se presi isolatamente – avrebbero dato una rappresentazione parziale e incompleta dell’operato di Google sulla efficacia, sulla sicurezza e sull’ecologia.

Da tutto questo nasce The Story of send.

 

Alcune parti del percorso sono anche divertenti, come ad esempio il conte Dracula, Morticia Addams e i fossili di . Se non avete colto … seguite il percorso di un’email descritto in The story of send

Ironia a parte, ecco quale video del percorso è il mio preferito.
Ma anche questo video sull’ottimizzazione della distribuzione dell’energia:

E anche questo: