La motivazione è una tecnica e la si impara

A volte gli schemi della vita prendono una piega che non ci si aspetta. E a volte viene proprio naturale dire: “che disdetta”.

A volte capita che identifichiamo la parola fallimento con sconfitta. Sono meccanismi semplici e automatici.

A volte ci capita di avere delle paure che sembrano insormontabili e che ci spiazzano

A volte ci capita di avere dei fantasmi dentro di noi (io per esempio sono disprassico/disgrafico) e pensiamo che le nostre caratteristiche siano invalidanti.

E poi:

  • Francesco Cirillo, che aveva problemi di concentrazione prende il suo problema e lo trasforma in una metodologia “Pomodoro Technique” che diventa uno standard mondiale di creatività
  • Bebe Vio diventa medaglia d’oro di scherma sopravvivendo alla sua meningite.
  • Alex Zanardi è diventato una leggenda dopo il suo incidente

Perché la verità è che nella nostra vita gli “accidenti” capitano tutti i giorni: solo che alcuni accidenti siamo preparati ad affrontarli e non li vediamo, altri ci spiazzano.

Poi vediamo, Bebe Vio, Francesco Cirillo, Alex Zanardi, il nostro collega che da un fallimento si risolleva e diciamo che sono stati supermen.

Ma nel dire tutto questo a volte ci deprimiamo pensando che non saremo mai all’altezza.

La verità tuttavia è molto più semplice.

Se vuoi imparare a sciare, prima mettiti a sciare, e dopo comprati un manuale per approfondire.

L’esperienza è una insegnante strana, prima ti fa l’esame e poi ti dà il manuale di studio, diceva Oscar Wilde

Ed è vero: è inutile leggere un manuale sullo sci se:

  • Prima non hai messo gli sci ai piedi
  • Hai preso un maestro di sci

Perché da un manuale è difficilissimo imparare. Se impari a decostruire i tuoi limiti capisci come funzionano e li usi come un volano.

La motivazione è una tecnica e la si impara.

Peter Druker dice che una impresa è un insieme di persone normali che creano cose eccezionali.

Ed è vero. Ma a volte noi persone normali ci spaventiamo delle nostre paure, dei nostri fantasmi e diventiamo complici dei nostri stessi limiti e alleandoci con le nostre paure o rabbie paralizzanti.

Una mia cliente imprenditrice mi parla spesso dei corsi di motivazione che fa.

Mi insegna che una delle cose più complesse per chi fa l’imprenditore è:

  • Non giudicare quello che accade (positivo e negativo sono giudizi soggettivi)
  • Ma capire cosa fare (cosa imparare, cosa decidere, come comportarsi, come reagire) da ciò che accade

Credo sia una lezione di vita semplice da apprendere. Ma non semplice da applicare.

La motivazione è una tecnica e i corsi di motivazione sono molto efficaci se vuoi impararla

I corsi di motivazione servono proprio a questo. Come i corsi di motivazione Business Intelligente e Riparto da Zero creati da Roberto Ceré

Dire che Roberto Cerè sia una figura di riferimento nel settore è quasi ridondante dato che – oltre ad essere Fondatore e Direttore del MICAP (Master Internazionale in Coaching ad Alte Prestazioni) , Roberto Cerè ha alle spalle un’importante carriera come coach e formatore riuscendo a portare al successo i suoi studenti e tra i più noti vi sono i nomi di Daniele Di Benedetti, Andrea Maurizio Gilardoni e Giorgian Patanu

La motivazione si impara, così come si impara a sciare, a giocare a tennis, o altro. La motivazione non è un bene innato.

E così come fai corsi di sci, puoi fare corsi di motivazione

 

Enrico Giubertoni

About the Author

Enrico Giubertoni

Aiuto la tua impresa a migliorare i suoi risultati nelle strategie di marketing digitale attraverso l’addestramento del marketing team sulla Social Media Automation.

Follow Enrico Giubertoni: