Come funziona INSTANT INK? La rivoluzione copernicana dell’Internet of Things applicata al mondo delle stampanti

INSTANT INK consente di stampare liberandoci del problema dell’inchiostro terminato.

La stampante HP Envy Photo 6200 di cui vi parlavo nello scorso articolo, è infatti sempre connessa ad Internet e comunica ad HP il livello di inchiostro.

Al momento di raggiungimento della soglia critica, le cartucce nuove vengono spedite direttamente a casa.

Da un punto di vista economico, non si pagano più le cartucce, ma si paga un abbonamento che è proporzionale ai propri volumi di stampa e che può variare in corso d’opera.

I 4 piani di Instant Ink sono interessanti poiché non c’è differenza se stampi testo e/o immagini oppure stampe fotografiche.

E questo vantaggio l’ho percepito molto positivamente, visto che era da tempo che non riempivo le cornici di casa con foto di mio figlio.

Ero convinto che il motivo fosse la comodità del digitale e del cloud.

Ma mi sono ricreduto: la verità è che la stampa con la paura di finire le cartucce era disincentivante … in quanto:

  1. le prove di stampa costavano molto
  2. il rischio di finire senza inchiostro si faceva sempre più palese

Questo tipo di abbonamento ti toglie ogni problema.

Sul sito HPinstantInk si può scegliere il piano di abbonamento più adatto alle proprie esigenze.

Per far testare il servizio, HP ha previsto anche un piano gratuito per stampare fino a 15 pagine al mese.

I piani in tutto sono 4:

  • il piano base gratuito e prevede 15 stampe mensili;
  • il piano di stampa occasionale che prevede 50 pagine al mese a 2,99 €
  • il piano stampa moderata con 100 pagine mensili a 4,99 €
  • il piano stampa frequente con 300 pagine al mese a 9,99 €

In qualsiasi momento puoi modificare o interrompere il tuo abbonamento con effetto immediato in pochi semplici passi sul sito .

E così:

  • Eviti il panico da Domenica sera con consegna articolo/relazione il lunedì
  • Lo scoraggiamento determinato (quante volte capitava) di stampare su carta fotografica e a metà di finire l’inchiostro, buttando inevitabilmente via tutto

L’internet of things applicata al mondo delle stampanti è veramente una rivoluzione copernicana.

Oltre all’abbattimento drastico dei costi, si è liberi dalla schiavitù della scarsità di inchiostro.

Ciò significa che stampi quanto vuoi alla qualità di stampa che vuoi.

#hpinstantink #sponsorizzato

Enrico Giubertoni

About the Author

Enrico Giubertoni

Aiuto la tua impresa a migliorare i suoi risultati nelle strategie di marketing digitale attraverso l'addestramento del marketing team sulla Social Media Automation.

Follow Enrico Giubertoni: